Barbe nel corso della storia: la storia dei peli sul viso

storia delle barbe

Come molte altre usanze sociali, la storia della barba e della crescita della barba è stata affascinante e diversificata, godendo di periodi di diffusa popolarità e altri di relativo sfavore.

La popolarità della crescita dei peli sul viso nei tempi antichi era molto più attribuibile alla sua praticità che a qualsiasi senso della moda.

Per uomo primitivo farsi crescere la barba significava tenere il viso al caldo per tutta la stagione più fredda, dato che gli antichi centri commerciali non disponevano ancora di passamontagna.

Le barbe probabilmente servivano anche come fattore intimidatorio durante il conflitto con altri maschi antichi, presentando un aspetto più feroce ai propri nemici.

Allo stesso modo, un colpo al volto di un nemico sarebbe notevolmente attenuato dalla lussureggiante crescita dei peli del viso, estendendo il suo fascino al combattimento.

Mentre l'utilità delle barbe potrebbe essere diminuita con l'emergere delle civiltà, il loro fascino stilistico iniziò quindi a fare un'impressione molto più profonda sugli uomini.

Prima di lasciare del tutto gli antichi, però, vale la pena ricordare che c'è ancora qualcosa da dire per assorbire un pugno in faccia nel mondo moderno.

Contenuti nascondere Cosa fa crescere la barba? Crescita della barba nelle antiche civiltà Influenza romana Medioevo e oltre Influenza inglese XIX e XX secolo Beatlemania Flusso e riflusso

Cosa fa crescere la barba?

Colpo a macroistruzione dei baffi.

Quindi cosa sono le barbe e cosa li fa crescere ? Come tutti i capelli umani, la barba è un filo non vivente composto da una proteina chiamata cheratina e la sua crescita èstimolato da segnali biologici provenienti da cellule, sangue e nervi all'interno del corpo.

La crescita di una barba è soggetta a continuazione cicli di crescita , dormienza e deterioramento una volta che un maschio raggiunge la pubertà.

L'aumento dei livelli di testosterone a partire da quella fase di sviluppo stimola la crescita della barba, così come altri interessanti processi biologici.

Sebbene il tasso di crescita vari notevolmente tra i maschi, può essere influenzato da fattori come la dieta, il livello di stress e la stimolazione regolare del follicolo.

Crescita della barba nelle antiche civiltà

barbe egiziane

Gli uomini nell'antica civiltà egizia svilupparono un acuto senso dello stile con la crescita della barba, a volte tingendoli vari colori e persino piantandoli con fili d'oro.

Ovviamente questo era un segno distintivo della classe più ricca, simile a antiche civiltà mesopotamiche dove i benestanti si oliavano e si vestivano regolarmente le barbe, modellandole in riccioli elaborati.

Gli uomini dell'antica Grecia adottarono lo stesso tipo di cura e presentazione per le loro barbe, mentre gli uomini dell'antica India fecero meno in termini di vestirsi e acconciatura, ma si fecero crescere la barba per impressionare gli altri come simbolo della loro saggezza.

È giusto dire che durante i tempi antichi le barbe erano generalmente venerate e i loro proprietari rispettati; allo stesso tempo, era una punizione abbastanza comune in alcune di quelle stesse civiltà radersi la barba di un uomo per qualche tipo di trasgressione.

Influenza romana

Cesare Augusto primo imperatore dell

La storia delle barbe, contrariamente allo stesso impero romano, ha subito una caduta e un'ascesa tra i popoli del mondo civilizzato come risultato diretto dell'influenza romana.

Con la crescita dell'Impero Romano e l'espansione dei suoi confini, la popolarità delle barbe diminuì, poiché la maggior parte dei romani si rasò di netto, seguendo la pratica del loro imperatore.

Poiché l'influenza romana si estendeva alla maggior parte del mondo conosciuto, i suoi effetti sullo stile e sulla crescita della barba si estesero anche in tutto il mondo.

Ironia della sorte, questa tendenza fu invertita in epoca romana successiva, quando un imperatore fece crescere intenzionalmente una folta barba per nascondere le sue cicatrici sul viso.

In segno di fedeltà e rispetto, molti cittadini romani seguirono l'esempio e si fecero crescere anche la barba a tutta lunghezza, cosa che pratica fece poi il giro in tutta la sfera di influenza romana.

Medioevo e oltre

Durante il Medioevo, divenne di nuovo un luogo comune per le classi superiori farsi crescere la barba, e i cavalieri coltivavano in particolare i loro peli sul viso come segno di mascolinità e onore.

Al tempo del Rinascimento, tuttavia, il vento del cambiamento aveva soffiato in opposizione alla crescita della barba e la maggior parte degli uomini si era nuovamente sbarbata.

Influenza inglese

Queen Elizabeth il 1 ° al 16 ° secolo

Al tempo di Enrico VIII, la storia delle barbe assunse una svolta economica quando le barbe furono dichiarate un reato imponibile, sebbene lo stesso Enrico sfoggiasse una barba folta fino al momento della sua morte.

La stessa regina Elisabetta aveva una forte avversione per le barbe e ha deciso di continuare a tassare la barba semplicemente come espressione del suo disagio personale.

In Russia, Peter il grande , che aveva un forte fascino per tutte le cose europee, ha applicato lo stessotassazione delle barbeagli uomini di società russi per dimostrare il suo apprezzamento per la cultura occidentale.

XIX e XX secolo

uomo pistola maschera antigas pericolo di guerra

A metà del XIX secolo, il mutevole pendolo del favore oscillò nuovamente verso la crescita della barba e molte delle figure di spicco dell'epoca adottarono la barba piena come espressione del loro potere e capacità di leadership.

Leader mondiali e notabili come Abraham Lincoln , Federico III di Germania, Napoleone III di Francia, Charles Dickens, Karl Marx e Giuseppe Verdi contribuirono tutti a rendere popolari le barbe ea fungere da trend-setter per i loro adoranti seguaci.

All'inizio del XX secolo, l'uso della barba è lentamente diminuito come pratica personale, in parte in risposta agli eventi che hanno dominato il mondo in quel momento.

Durante la prima guerra mondiale, la crescita della barba fu vietata tra i soldati perché interferiva con la corretta vestibilità di una maschera antigas intorno al viso.

Quando la guerra finì, la pratica della rasatura non finì ei soldati portarono a casa con loro facce senza barba, che rimasero così fino a dopo la seconda guerra mondiale.

Solo un decennio dopo la seconda guerra mondiale, apparve la generazione beatnik e la loro adozione della barba come segno di 'tendenza alla moda' fu continuata dal movimento hippie degli anni '60 e dei primi anni '70.

Beatlemania

E poi sono arrivati ​​i Beatles.

È solo una leggera esagerazione dire che una volta che questi quattro dei hanno adottato i peli sul viso Alla fine degli anni '60, l'uso della barba raggiunse il suo apice di popolarità, promosso con forza dalle figure più popolari e culturalmente influenti del XX secolo.

Inevitabilmente, tuttavia, la band si sciolse, così come la prevalenza globale delle barbe.

Dopo un leggero calo di popolarità, la storia delle barbe ha poi preso un'altra svolta in meglio, e le barbe oggi stanno godendo di una rinnovata accettazione tra le celebrità e i loro seguaci, portando quella storia al punto di partenza.

Flusso e riflusso

cerchio di frecce

Da quanto sopra, si può concludere che i cicli alternati di popolarità nel corso della storia delle barbe in realtà ricordano nel macrocosmo della crescita fisiologica dei peli del viso stesso.

L'adozione delle barbe da parte degli uomini di mondo sembra attraversare periodi di dormienza, poi un lieve deterioramento ed è infine seguita da una rinnovata impennata.

Rispecchiando l'attuale processo biologico, la storia delle barbe difficilmente potrebbe essere più adatta.

Commenti

  • Brutto vecchiodice:

    banneradss-1

    Sì. La barba aiuta a mantenere il viso caldo al freddo. Ti aiuta anche a mantenerti fresco nei mesi caldi.

  • CAFdice:

    Compagni di Barbe rosse qui ha appena finito di leggere il tuo articolo sulla storia delle barbe. Sebbene ci fossero alcune ottime informazioni in piccole dosi in tutta la storia delle barbe, sento che io come lettore volevo un po 'di più. Non so se avevi intenzione di mantenerlo breve e dolce e al punto o cosa, ma sono d'accordo che ha bisogno di più per toccarmi a livello personale. Non so se sei nuovo alla scrittura e in realtà non sono affari miei. Sono contento che tu stia scrivendo e sento che porterò via qualcosa da questo. Spero che continuerai a lavorare sul tuo mestiere perché io farò lo stesso. Io non sono neanche lontanamente perfetto e non voglio che tu senta che stavo odiando la tua scrittura. Come uomo con la barba e con una passione per tutto ciò che riguarda la barba, mi piace leggere i pensieri e le idee degli altri su qualsiasi cosa e ogni cosa sulla barba. Quindi ancora una volta, grazie mille signore e possa essere benedetto oltre i tuoi sogni più sfrenati. Buona giornata!

    • Domen Hrovatindice:

      Grazie mille per il tuo feedback, buon signore. Benedizioni anche a te!

  • Shanedice:

    Quindi le barbe andavano e venivano nel corso degli anni, così ci viene detto. Ma come mai l'uomo comune (contadino) poteva permettersi una rasatura? Non so voi, ma ho già abbastanza tempo per ottenere i miei coltelli affilati abbastanza da radermi i peli delle braccia e trascinarne uno sul viso (non che io voglia, preferisco godermi la barba). È logico che nel corso della storia umana più uomini abbiano avuto la barba, almeno fino all'avvento dei rasoi a prezzi ragionevoli, che solo di recente è il risultato della metallurgia avanzata. Ciò che dovremmo considerare, e questa è puramente una congettura, è che la stragrande maggioranza degli input che abbiamo nella moda antica dei peli del viso è stata evidenziata nella scultura e nella pittura. E chi era chi è generalmente raffigurato in quelle opere d'arte romane e rinascimentali - gente ricca. Il ragazzo comune (contadino) non ha ricevuto una statua o un ritratto, quindi non sappiamo davvero che aspetto avesse. Immagino che essere ben rasati fosse un lusso che pochi potevano permettersi e richiedeva un sacco di manutenzione. -SB

  • lettura interessantedice:

    Penso che tutto ciò che è stato pubblicato avesse un senso. Tuttavia, che dire di questo? supponi di aver aggiunto un po 'di informazioni? Voglio dire, non voglio dirti come gestire il tuo blog, ma cosa succede se aggiungi un titolo che fa desiderare di più alle persone? Voglio dire, le barbe nel corso della storia: la storia dei peli sul viso è un po 'noiosa. Dovresti dare un'occhiata alla home page di Yahoo e guardare come scrivono i titoli degli articoli per attirare gli spettatori ad aprire i link. Potresti provare ad aggiungere un video o una o due immagini correlate per attirare l'interesse delle persone su tutto ciò che hai da dire. Secondo me, renderebbe i tuoi post un po 'più interessanti.

    • Domen Hrovatindice:

      Grazie per il feedback. Lo terrò in considerazione.

  • Fernandesdice:

    Post abbastanza grande. Mi sono appena imbattuto nel tuo blog e volevo dire che mi è davvero piaciuto navigare tra i tuoi post sul blog.

    In ogni caso mi iscriverò al tuo feed RSS e spero che riscrivi molto presto!